Lettera di un’Amica

Mi sono detta "E’ la serata ideale"… nel letto, al caldo sotto le coperte, ho iniziato a leggere il tuo libro… stanchissima. DI solito quando sono così stanca, riesco a leggere giusto le prime pagine. Ieri sera non sono riuscita a fermarmi se non alla novantasettesima pagina del tuo libro.
Amo la poesia delle tue parole, calibrate, messe al punto giusto al momento giusto, ricercate, appropriate, eleganti senza essere pompose; ma anche crude, pungenti, taglienti come una lama affilata, le tue parole: capaci di dipingere la situazione dando vita a un quadro realistico e istantaneo di luoghi, visi, corpi, sensazioni, emozioni… tutto così nitido, tutto tangibile come se stesse accadendo ora, dinanzi ai miei occhi.
Amo il modo in cui percepisco l’alternarsi delle mie reazioni pagina dopo pagina, e così mi scopro rapita dalla passione di un amore struggente, un secondo dopo disgustata da una supeficialità che non lascia spazio alle parole, come se mi avessi lasciato guardare proprio attraverso gli occhi dei tuoi protagonisti.
Amo la tua imprevedibilità, e quando tutto sembra condurre proprio in quella direzione, accade qualcosa che ribalta la mia previsione e tutto assume una prospettiva diversa. Mai banale, mai scontato. E senza grandi colpi di scena, riesci a mostrare quanto le apparenze siano insidiose e quanto l’imprevedibile possa capovolgere le nostre vite nel giro di un battito di ciglia, costringendoci a cambiare pagina del diario della nostra vita, iniziando un capitolo che proprio non avevamo previsto.
Amo i tuoi personaggi, la profonda umanità dei tuoi personaggi, la loro fragilità e la loro grande forza, la loro scelta di vivere la vita scegliendo la Verità, scegliendo la Verità dell’Amore a qualsiasi costo, a qualunque prezzo. La Verità: la strada più difficile, più coraggiosa, la loro unicità a dispetto di tutto e tutti.
Loro hanno fatto una scelta, superando la paura di voltare le spalle a persone dalle quali ci si dovrebbe aspettare un amore incondizionato, ma dai quali si riceve molto spesso un amore malato, falso, ipocrita, subordinato, idealizzato, perverso, che è tutto tranne che amore puro, e dal quale chi soffre non ha alternative se non quella di allontanarsi, con la speranza di riuscire un giorno a perdonare.
Loro fanno scelte sagge, dignitose verso se stessi e, ancora più soprendentemente, rispettose verso chi ha saputo soltanto andare contro di loro, criticarli, proporre compromessi parlando solo con il linguaggio della cattiveria e della pochezza, nello squallidi tentativo di salvare le instabili messe in scena.
Amo la tua capacità di andare oltre, la tua sensibilità, la delicatezza che ti porta a parlare con una passione travolgente di un Amore che spinge per essere vissuto, che lotta per esserci e per esistere, in questa vita o in un’altra.
Coltiva e difendi questo tuo talento con tutte le tue forze, custodiscilo e alimentalo come un bellissimo dono che ti è stato fatto.
Grazie per averli condivisi, grazie per avermi fatto conoscere un po’ di te attraverso loro.
Ti voglio bene…
Valentina.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...